La Storia di Abramo

LA STORIA DI ABRAMO (riflessioni con don Manuel)

 Abramo visse intorno al 2000 A.C., Abramo è il primo uomo che parla con Dio

 GENESI – 12

Il Signore disse ad Abram:

«Vattene dalla tua terra,

dalla tua parentela

e dalla casa di tuo padre,

verso la terra che io ti indicherò.

Farò di te una grande nazione

e ti benedirò,

renderò grande il tuo nome

e possa tu essere una benedizione.

Benedirò coloro che ti benediranno

e coloro che ti malediranno maledirò,

e in te si diranno benedette

tutte le famiglie della terra».

 

 

Abramo aveva settant’anni quando Dio gli parla e lo invita ad andarsene dalla sua terra.

Dio gli promette un figlio contro ogni speranza umana e dopo aver cambiato il suo nome e quello della moglie:

Abram diventa Abramo,  Sarai diventa Sara, finalmente gli concede il figlio Isacco.

 

Domande per la riflessione

  • “Vattene verso la terra che io ti indicherò” Così dice Dio ad Abram. Prima la fede, più tardi l’indicazione della meta. L’uomo deve alzarsi e camminare per obbedienza; Dio chiarirà la meta lungo il cammino.

Condividi questa visione? La vivi?

 

  • Dio lascia Abramo inquieto. Dio lascia inquieto ogni uomo. Sulla terra non esistono punti d’arrivo definitivi. La realizzazione dell’uomo avverrà solo nel Regno. Come stai conducendo la storia della tua vita? Quanto incide nelle tue vicende la proposta cristiana della vita oltre la morte?

 

  • Abramo ha sperato oltre ogni speranza. Quanto la tua vita è messa alla prova dalla fede? Quanto resiste?

 

  • Abramo vive la notte della fede e non giunge alla disperazione. Hai già passato o stai passando momenti di “notte”? Come la tua vita reagisce in questi momenti?

 

  • Abramo è capace di ricominciare daccapo, di rimettersi in cammino senza lasciarsi intrappolare dal passato o abbagliare da un futuro troppo carico di promesse. Come guardi al tuo domani di uomo/donna/padre/madre…?

 

La storia di Abramo occupa i capitoli della Genesi dal 12 al 25